Un uomo di 93 anni ha colpito a morte la moglie di 91, da tempo malata di Alzehimer, poi si è buttato dal balcone al quarto piano di un palazzo di Bologna.
Un uomo di 93 anni ha ucciso la moglie di 91, da tempo malata di Alzehimer, colpendola con un corpo contundente: il dramma familiare si è consumato questa mattina intorno alle 6 e 30 a Bologna, nei pressi dello stadio cittadino. L'anziano si è quindi gettato dal balcone al quarto piano del palazzo in cui viveva, non prima di aver scritto un bigliettino alla figlia per motivare il suo gesto estremo: "Ti chiedo perdono". L'uomo ha quindi scavalcato la balaustra e si è gettato nel vuoto, finendo su un marciapiede, davanti all'ingresso del supermercato NaturaSì. La moglie è stata trovata senza vita, distesa nel letto e coperta.

La novantunenne era da tempo malata di Alzehimer e all'origine del disperato gesto del marito potrebbe esserci il timore di non riuscire ad accudire più la donna. Come ha spiegato a Il Resto del Carlino il barista che ogni mattina incontrava l'uomo per il caffé, già ieri il 93enne era apparso triste e cupo. E' stato proprio il barista stamattina poco dopo l'apertura a sentire il tonfo sordo di un corpo caduto sull'asfalto e dare l'allarme. La zona è stata transennata dalla polizia, intervenuta anche con il reparto scientifico: a loro spetterà stabilire cosa sia accaduto in questi ultimi giorni nella mente dell'uomo. Sul posto anche la pubblico ministero Beatrice Ronchi e il medico legale.

La drammatica e dolorosa vicenda ricorda quanto accaduto il 9 novembre scorso sempre a Bologna: un uomo di 58 anni è stato arrestato dopo avere ucciso la madre, anziana e malata. In quel caso, a scatenare il folle gesto dell'uomo fu il rifiuto della madre di mangiare, mentre lui come ogni sera la imboccava. "O morivo io oppure lei”, ha dichiarato l'uomo alla polizia dopo aver confessato di essere l'autore del delitto

Risultati immagini per Bologna uccide la moglie malata di Alzheimer e si getta dal balcone Chiedo perdono