Hong Kong, lo scienziato cinese He Jiankui ha creato i primi esseri umani con codice genetico modificato, utilizzando una tecnica vietata negli Stati Uniti, il "genoma-editing", uno strumento di riscrittura del codice genetico. Ad aver avuto per prime questo trattamento sperimentale, due gemelle nate a novembre del 2018. A quanto rivelano gli scienziati, i cambiamenti del DNA possono essere trasmessi alle generazioni future, ma rischiano di danneggiare gli altri geni.

Questo esperimento ha lo scopo, sostiene He Jiankui, di riscrivere il codice genetico affinché possa resistere alle infezioni del virus dell'HIV. Lo scienziato, inoltre, dichiara di aver alterato gli embrioni di sette coppie durante alcuni trattamenti di fertilità. Le loro gravidanze sono giunte al termine senza nessuna complicazione. Il suo obiettivo, quindi, sarebbe proprio quello di conferire al DNA delle capacità nuove che gli permettono di combattere alcune malattie, come per l'appunto l'Hiv, ma anche quelle ereditarie. La ricerca, comunque, è ancora in fase di sperimentazione, dunque, ancora non ci sono certezze riguardo questo punto.

La cosa sicuramente certa è che questi esperimenti di "genoma-editing" rappresentano un passo avanti in ambito medico e aprono non poche riflessioni dal punto di vista scientifico ed etico. Qualsiasi sia il nostro pensiero sull'argomento, è innegabile il fatto che ci stiamo avvicinando sempre di più, in positivo o negativo che sia, a quel futuro che siamo abituati a vedere sul grande schermo o a leggere nei romanzi fantascientifici.


Risultati immagini per Cina creati i primi esseri umani geneticamente MODIFICATI