Un colpo di grande interesse riguarda la scuola. Dal 1° gennaio 2020 i collaboratori scolastici (bidelli) dovranno essere tutti interni: vale a dire che è stato deciso di porre fine agli appalti esterni con i quali il sistema è andato avanti da più di vent’anni.
Il provvedimento, varato dal governo, contiene una norma di salvaguardia per coloro che finora hanno lavorato per conto di cooperative o agenzie: circa 12.000 persone che verranno assunte, attraverso un bando, dal ministero dell’Istruzione e, quindi, finalmente, diventeranno dipendenti dello Stato. 
Ma quali sono i requisiti per concorrere e come si svolgeranno le selezioni? Le risposte nell’articolo dedicato all’argomento dove, in verità, si dà conto anche di alcune critiche sollevate dai sindacati. Per esempio, si sostiene che non tutti i lavoratori interessati potrebbero avere il titolo di studio spendibile per partecipare al concorso.

Risultati immagini per BIDELLI